La strategia antiacqua
Snellire e rassodare
Menopausa
Pancia e Fianchi
Cosce
Adiposità Localizzata Diffusa
La cellulite
Uomo

La strategia antiacqua

Gonfiore e cellulite sono in testa alla lista delle problematiche femminili, soprattutto in vista della bella stagione. Spesso, a compromettere la silhouette, è soprattutto la ritenzione idrica che induce l’organismo a trattenere acqua nei tessuti, come una spugna. Le cause sono diverse e spesso si sommano: in primis ci sono le fisiologiche oscillazioni ormonali femminili, seguiti dai piccoli difetti di circolazione spesso causati/peggiorati da sedentarietà e pillola anticoncezionale, e non ultima, l’alimentazione frettolosa, squilibrata e troppo ricca di sale. Per capire se c’è un eccesso di acqua nei tessuti, basta testare la consistenza di cosce e fianchi: se sono tesi, sodi e non hanno quella tipica morbidezza dei cuscinetti adiposi è segno di una presenza eccessiva di liquidi. La controprova si ha quando, da un giorno all’altro, la bilancia segnala oscillazioni notevoli o anche quando un indumento passa da “comodo” a stretto addirittura nella stessa giornata. Strategia dietetica ad hoc Per drenare e “asciugare” la silhouette, è necessaria un’alimentazione leggera, leggermente iperproteica e ma soprattutto ricca di verdure e decisamente iposodica cioè a bassissimo contenuto di sale (vedi tabella). Il sodio è, infatti, il maggior responsabile dell’entrata dei liquidi tra le cellule: tanto più si esagera con sale e cibi salati, tanto più i tessuti si gonfiano e fanno fatica a smaltire acqua e tossine.

Il sale: conoscerlo per evitarlo
Ecco la quantità di sale presente nei più comuni alimenti.
• 2 - 1.8 g di sodio in 100 g: prosciutto crudo, salame brianza, caviale, pecorino, salmone affumicato
• 1.7 - 1 g di sale: tutti i salumi (ad esclusione di mortadella e prosciutto cotto), feta, formaggini, aringhe marinate, patatine fritte
• 0.9 a 0.5 g: prosciutto cotto, mortadella, carne in scatola, salmone e tonno in scatola, brie, camebert, ceddar, caciotta toscana, gorgonzola, grana, parmigiano, provolone, taleggio, spinaci, pane di segale, pizza e focaccia
• da 0.5 g a 0.2: biscotti, pane e prodotti da forno, succo di pomodoro, cozze, gamberi, tonno sott’olio, groviera, mozzarella
• meno di 0.2 g (da privilegiare). Frutta e verdura, legumi, uova, ricotta, latte e yogurt, pesci, cornflackes, wafer, mais, pasta, riso e cereali, carni in genere. I cibi più drenanti Per dire addio alla ritenzione idrica, però, non basta dare un taglio al sale, ma è necessario anche aumentare l'introito di potassio, prezioso per il suo ruolo di regolazione dei liquidi in eccesso.

Tra i VEGETALI FRESCHI in assoluto più ricchi di potassio ci sono:
• Fagioli e soia secchi
• Patate
• Spinaci
• Castagne fresche
• Cavoli di Bruxelles
• Kiwi
• Finocchi
• Indivia
• Carciofi

Come si può vedere dalla classifica, il kiwi è il frutto più ricco di potassio, ma seguono in ordine decrescente anche banana, albicocche, melone, melagrana, cocomero, fichi, pesche, more, nespole, ananas, pompelmo, ciliegie, mandarini e arance. Fra le verdure, oltre a qualle citate, ci sono – sempre in ordine decrescente di potassio – broccoli, pomodori, fagiolini, sedano, asparagi, zucchine, cavolo, rape, radicchio rosso, scarola, lattuga, carote, peperoni e zucca. Il potassio si concentra anche in alcuni vegetali essiccati, carne e pesce. Ecco le fonti privilegiate, in ordine decrescente:


PRODOTTI SECCHI:
• Fichi secchi
• Lenticchie
• Ceci secchi
• Uva passa
• Mandorle
• Prugne
• Datteri
• Arachidi

CARNE/PESCE:
• Sarda
• Trota
• Petto di tacchino
• Maiale magro, petto di pollo
• Vitello magro, coniglio, sgombro
• Sarago, agnello
• Faraona
• Manzo magro
• Merluzzo, nasello, rombo
• Salmone, spigola


Snellire e rassodare

Snellire significa rimodellare la silhouette, agendo sugli accumuli di grasso sottocutaneo. Questi accumuli costituiscono il tessuto adiposo che rappresenta una naturale riserva di energia e funge da barriera cutanea e termica per il nostro organismo. Una quantità eccessiva di grasso o una sua disarmonica disposizione, però, risulta antiestetica.


Menopausa

Con il termine menopausa si identifica l’interruzione fisiologica delle mestruazioni, che in genere si manifesta nelle donne di età compresa fra i 45 e i 55 anni. Con la menopausa gli ormoni femminili si riducono, il metabolismo rallenta provocando un accumulo più veloce di grassi e un loro minor consumo. Le adiposità localizzate diventano quindi più difficili da rimuovere. I meccanismi adipocitari ormono-mediati vengono compromessi dall’età e ne consegue una riduzione di efficacia degli ingredienti lipolitici tradizionali sull’adipocita maturo. Per un’azione snellente efficace sono quindi necessari degli ingredienti specifici che agiscano selettivamente sulle adiposità localizzate che si formano in menopausa.

Prodotti raccomandati:

Snellente 50 Plus


Pancia e Fianchi

La pancia è la sede di accumulo tipica delle donne con conformazione androgina. Il grasso che si accumula in questa zona è particolarmente antiestetico, ma relativamente più semplice da “mobilizzare”.

Per perfezionare la silhouette, sono molto utili esercizi di tonificazione muscolare (addominali e torsioni laterali); inoltre, per ridurre il rischio di smagliature, evita diete drastiche e repentini sbalzi di peso.

Per un trattamento efficace, utilizza:

Trattamento Pancia e Fianchi
Trattamento Snellente Intensivo Notte


Cosce

Le cosce sono uno dei primi punti in cui l’adipe tende ad accumularsi, a partire dalla parte alta con le “culotte de cheval” arrivando spesso fino all’interno del ginocchio.

La pelle dell’interno coscia, essendo molto sottile, tende anche a rilassarsi, rendendo più visibili le imperfezioni dovute agli accumuli adiposi. In questa zona è fondamentale l’utilizzo di prodotti cosmetici snellenti, ma anche drenanti ed è particolarmente efficace il massaggio di applicazione dal basso verso l’alto.

Per un trattamento efficace, utilizza:

Snellente Drenante Gambe
Total Body Gel Snellente Tonificante
Trattamento Snellente Intensivo Notte


Graisses superficielles diffuses

Alcune donne tendono ad accumulare il grasso e i liquidi in modo uniforme su tutto il corpo.

La soluzione, in questo caso, consiste in un’azione di contrasto a 360°, che combini attività fisica, alimentazione equilibrata e l’utilizzo di un prodotto snellente a rapido assorbimento.

Quando hai raggiunto il risultato non accontentarti: la parola chiave è mantenimento!

Per un trattamento efficace, utilizza:

Total Body Gel Snellente Tonificante


La cellulite

La cellulite, il cui nome scientifico è Panniculopatia edemato fibro sclerotica (PEFS), è un’alterazione del tessuto connettivo e del pannicolo adiposo, con compromissione della microcircolazione. Nelle zone colpite, la pelle appare a buccia di arancia, con avvallamenti e rigonfiamenti più o meno evidenti.

Le cause
La causa principale della cellulite è legata agli estrogeni (ormoni femminili) che favoriscono la ritenzione dei liquidi nei tessuti e il naturale deposito di cellule adipose in particolari zone del corpo (cosce, fianchi e glutei).
Le altre cause sono:
- Predisposizione ereditaria
- Alimentazione scorretta
- Eccesso di peso
- Vita sedentaria
- Fumo

Strategie anticellulite
Per prevenire e contrastare la cellulite è indispensabile adottare uno stile di vita sano, con poche ma essenziali regole d’oro:
- Segui un’alimentazione bilanciata, ricca di frutta e verdura e povera di sale.
- Tieni sotto controllo il peso: un’elevata adiposità favorisce la comparsa della cellulite.
- Fai esercizio fisico con costanza e regolarità, prediligendo le attività di tipo aerobico.
- Utilizza un prodotto specifico anticellulite e applicalo quotidianamente con un massaggio.
- Riduci fumo, alcool e stress.


Perchè una linea snellente specifica per uomo?

Oltre ad avere diverse esigenze di snellimento rispetto alla donna, l’uomo ha anche delle caratteristiche morfologiche differenti che rendono necessario l’utilizzo di un prodotto specifico. Somatoline Cosmetic propone 2 prodotti snellenti studiati appositamente per soddisfare tutte le esigenze dell’uomo.
Il grasso si localizza in zone diverse
L’uomo ha una conformazione diversa dalle donne, gli accumuli di grasso tendono a localizzarsi quasi esclusivamente nella zona della pancia, addome e maniglie dell’amore, Questa conformazione detta “androgina” è diversa da quella tipica della donna detta “ginoide” dove l’adiposità tende ad essere diffusa su tutto il corpo ed in particolare fianchi, cosce e glutei.

Il grasso maschile è diverso da quello femminile
L’adipocita, la cellula deputata allo stoccaggio dei grassi che si trova nel tessuto adiposo sotto cutaneo, è in grado di immagazzinare i grassi che verranno poi resi disponibili per produrre energia quando serve. Nell’uomo i lobuli grassi composti da cellule adipocitarie sono più piccoli e diffusi rispetto alla donna ed i setti che li circondano sono disposti trasversalmente, rendendoli meno visibili all’esterno. Al contrario nella donna questi setti sono disposti in maniera verticale favorendo la visualizzazione dei noduli sottostanti in particolare quando gli accumuli adiposi sottocutanei sono in eccesso o si manifesta ritenzione idrica che crea rigonfiamenti che possono sfociare se degenerano in cellulite nella tipica pelle a buccia d’arancia.

L’uomo richiede prodotti multifunzionali comodi da usare
Le creme snellenti per l’uomo oltre a contenere dei principi attivi in grado di ridurre lo strato adiposo dovrebbero anche contenere principi attivi tonificanti in grado di ridurre la lassità della zona trattata ed esaltare le fasce muscolare sottostanti.


La pelle è diversa da quella della donna
La pelle dell’uomo ha delle caratteristiche che la rendono diversa da quella della donna:maggior presenza di cheratina che comporta una cute più dura;maggior presenza collagene che comporta una cute più spessa ed elastica;maggior presenza di sebo che comporta una cute più grassa.Di conseguenza creme ed ingredienti attivi contenuti nelle creme specifiche per le donne non sarebbero ideali (troppo grasse e difficili da assorbire) per gli uomini. Per l’uomo servono delle formulazioni mirate, in grado di penetrare efficacemente e non unte per permettere un migliore e più rapido assorbimento.